ragazzo con il corpo fuori di auto a velocità
LERNILANGO

LERNILANGO

#69: Parole e Modi di Dire | BABBO, BABBEO

Bene ora passo alla spiegazione della parola di oggi: babbo, babbeo, babbione, babbio. Scopri di più su https://lernilango.com.
Lingua Italiana Insieme
Lingua Italiana Insieme
#69: Parole e Modi di Dire | BABBO, BABBEO
Loading
/

Ho seriamente provato a trovare altri modi per iniziare gli episodi invece che ripetere il solito “ciao a tutti e a tutte”.

Ho pensato a “ciao ragazzi e ragazze” ma non suona bene, oppure ho provato con “bentornati e bentornate gentili spettatori e spettatrici”, ma mi suonava troppo formale. Quindi vi chiedo scusa se sono ripetitiva ma non riesco a trovare un altro modo per iniziare. In generale odio iniziare a scrivere o a parlare, l’incipit è per me la parte più difficile, lo svolgimento e la conclusione mi piacciono tantissimo ma l’incipit lo odio. Quindi, se avete dei consigli da darmi su come iniziare i testi vi prego aiutatemi, ho bisogno del vostro aiuto.

Bene ora smetto di lamentarmi e passo alla spiegazione della parola di oggi: babbo, babbeo, babbione, babbio.

Varianti regionali diverse che significano la stessa cosa, cioè stupido, sciocco, semplicione, credulone.

Quindi sono rimasta in tema rispetto alla parola della scorsa settimana. Queste varianti derivano dalla stessa radice onomatopeica BAB. Ricordate cos’è un onomatopea? Se non lo ricordate, brevemente, un’onomatopea è una parola che riproduce il suono della cosa che rappresenta, ad esempio il chicchirichì è il verso del gallo e la parola chicchirichì riproduce appunto il verso del gallo che fa chicchirichì. Chissà perché il suono BAB è stato associato alla stupidità. Avete dei suggerimenti? Se sì, come sempre, scrivetelo nei commenti.

Prima di concludere voglio aprire una piccola parentesi sulle varietà babbo e babbione. Babbo significa anche papà in Toscana, e in toscana è molto più usato di papà, ‘il mi’ babbo’, ecco questa era una mediocre riproduzione dell’accento toscano ma giusto per darvi un’idea di come suona, ‘il mi’ babbo’. Poi, altra informazione: nel mio paese, in Puglia, Francavilla Fontana, la parola babbione ha anche un altro significato. Il babbione è la parte intima femminile ma la parte intima femminile di donne anziane. Non so per quale motivo qualcuno ad un certo punto della storia ha deciso di gerarchizzare la parte intima femminile, non lo so per davvero, mi sfugge il motivo di questa gerarchizzazione.

Comunque spero che queste informazioni vi siano piaciute e come sempre fatemi sapere se esistono parole simili nella vostra lingua.

Io vi ringrazio per la vostra attenzione e vi auguro una splendida settimana, ci sentiamo alla prossima ciao!

Scopri di più su lernilango.com.

Condividi questo post

Facebook
Twitter
WhatsApp
IMPARARE AD IMPARARE
Lernilango

#P136: Come raggiungere un livello avanzato di lingua italiana.

🎙️Che cosa significa avere un livello avanzato di lingua italiana? Che cosa bisogna fare per raggiungerlo? In questo episodio cercherò di rispondere a queste domande, perché per mettersi in viaggio è importante sapere dove si sta andando e quale strada bisogna percorrere per arrivare a destinazione.

Scopri di più su https://lernilango.com.

Leggi Tutto »
IMPARARE AD IMPARARE
Lernilango

#P135: L’importanza di saper raccontare in italiano.

🎙️Descrizione, narrazione e argomentazione sono le tre funzioni principali del linguaggio. Saperle padroneggiare significa possedere un livello avanzato di lingua. Saper raccontare, più di tutto, è importantissimo: ti spiego perché in questo episodio.

Scopri di più su https://lernilango.com.

Leggi Tutto »
IMPARARE AD IMPARARE
Lernilango

#P134: Un evento che mi ha cambiato la vita.

🎙️Alcuni eventi cambiano inesorabilmente la vita: è successo anche a me e te lo racconto in questo episodio. Se vuoi leggerne la trascrizione visita il sito lernilango.com e vai nella sezione dedicata al podcast.

Scopri di più su https://lernilango.com.

Leggi Tutto »

Puoi aumentare o diminuire la velocità dell’audio:

como diminuire la velocità

Puoi cliccare sulle parole (1) per aprire la loro definizione (2):

come consultare il vocabolario